Agopuntura in Italia

AGOPUNTURA IN ITALIA 

AGOPUNTURA IN ITALIA, ECCO IL DATO UFFICIALE

Grazie a una ricerca condotta dalla FISA che ha coinvolto i 106 OMCeO provinciali, la Federazione Italiana delle Società di Agopuntura offre un quadro ufficiale e dettagliato dei medici agopuntori iscritti agli ordini in Italia. 


LA LEGGE IN IN ITALIA

In Italia l'Agopuntura può essere praticata solo dai medici abilitati. Chi la pratica senza questo requisito commette un atto illegale, punibile penalmente (sentenza della Corte di Cassazione, 1982). Nelle scuole di medicina tradizionale cinese infatti, mentre corsi come il Tuina sono aperti a tutti, mentre l'Agopuntura è un canale riservato alla professione medica. 

Essere medico consente legalmente la pratica dell'agopuntura ma non ci sono in Italia corsi universitari di formazione medica per questa disciplina. Quindi il medico può seguire, privatamente, corsi qualificati, ma anche "pseudo-corsi" di pochi mesi, quando invece un corso serio richiederebbe almeno tre anni di studi. Molti medici si sono costituiti in associazioni specifiche o di scuole qualificate.

Molto importante è la recente iniziativa dell'Ordine dei Medici di Roma per la istituzione di un registro ufficiale dei medici che praticano l'agopuntura.

Su delibera del consiglio direttivo dell'Ordine dei Medici di Roma (n° 51/98 dell'1.06.98) si è istituito un forum permanente, composto dai rappresentanti di scuole e associazioni effettivamente rappresentative. Il compito di questo organismo è quello di fornire al consiglio direttivo dell'Ordine gli elementi di valutazione che, in base alla nuova procedura di sanatoria, consentano l'iscrizione dei medici provenienti dalle scuole accreditate nell'apposito registro, per quanto concerne le medicine complementari di riferimento. 


L'OMS HA RICONOSCIUTO L'AGOPUNTURA 

L'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) è il dipartimento che si interesa della sanità per conto dell'ONU, con sede a Ginevra. E' il massimo istituto a livello modiale che si interessa di sanità; tutti i governi sono tenuti a seguire le indicazioni che questo fornisce rispetto alle varie tematiche che egli affronta.
A seguito di numerosi studi sperimentali effettuati a livello mondiale nel 1979 l’OMS ha dichiarato che l’Agopuntura è clinicamente utile per le seguenti patologie:

  • Malattie psichiatriche: ansia, depressione, panico, insonnia;
  • Malattie dell'apparato osteoarticolare: artrosi, artrite, tendinite, nevriti intercostali, sindrome cervicobrachiale, spalla dolorosa, epicondilite, sciatalgia, sindrome del tunnel carpale, lombalgia e osteoartriti;
  • Malattie ostetrico-ginecologiche: amenorrea, dolori mestruali, ciclo irregolare, leucorrea, sterilità, cistiti, vaginiti, vomito gravidico, malposizione fetale, caldane, ipogalattia;
  • Malattie del sistema nervoso: cefalea, emicrania, nevralgia del trigemino, paralisi del faciale in fase iniziale, malattie dei nervi periferici;
  • Malattie dell'apparato respiratorio: sindrome da raffreddamento, rinite, tonsillite acuta, bronchite, asma bronchiale, tosse cronica, allergia, sinusite;
  • Malattie gastroenterologiche: singhiozzo, gastriti acute e croniche, ulcera duodenale cronica e acuta, colon irritabile, stipsi, diarrea, emorroidi; Malattie cardiovascolari: aritmie, palpitazioni.

Dal 1979 in tutto il mondo occidentale, a seguito di questo prestigioso riconoscimento, si è posto sempre più un vivo interesse per l'agopuntura.

AGOPUNTURA:

IL PROGETTO DI MEDICINA INTEGRATA A PITIGLIANO. UNA REALTA' INNOVATIVA

Il Centro ospedaliero di  Medicina Integrata della regione Toscana presso l'ospedale di Pitigliano (USL 9, Grosseto) è frutto di un progetto sanitario innovativo approvato  dalla regione Toscana con delibera n° 48 del  2010  e inaugurato  nel febbraio 2011. Esso ha lo scopo di sperimentare un setting clinico di medicina integrata includente omeopatia e agopuntura per i pazienti ricoverati in un ospedale pubblico, fatto che costituisce la prima esperienza in Europa. Inoltre esso ha lo scopo  di rendere disponibili per i cittadini le due menzionate  medicine complementari negli ambulatori dell'ospedale dietro pagamento di ticket sanitario  e di verificare l'utilità ed efficacia della medicina ortodossa integrata con tali medicine  nel trattamento delle malattie croniche di maggior diffusione epidemiologica. Infine, avendo incluso nella sperimentazione il Presidio di Riabilitazione neurologica e ortopedica del vicino paese di Manciano,  il Centro si prefigge di valutare l'utilità della integrazione delle cure per i pazienti in riabilitazione neurologica e ortopedica dopo stroke, interventi di protesi ortopedica di anca e ginocchio e nei pazienti  affetti da gravi malattie neurologiche (SLA, sclerosi multipla, morbo di Parkinson etc.).....